Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Allevamento e gestione degli animali domestici

Oggetto:

Animal husbandry and management

Oggetto:

Anno accademico 2015/2016

Codice dell'attività didattica
VET0002
Docenti
Dott. Liviana PROLA (Affidatario)
Dott. Martina TARANTOLA (Responsabile)
Dott. Benedetto SICURO (Affidatario)
Dott. Joana NERY (Affidatario)
Dott. Emanuela VALLE (Affidatario)
Dott. Fabio Sansalvadore (A contratto)
Anno
1° anno
Tipologia
Corso integrato
Crediti/Valenza
12
SSD dell'attività didattica
AGR/19 - zootecnica speciale
AGR/20 - zoocolture
SECS-P/08 - economia e gestione delle imprese
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Obbligo frequenza 80% delle ore esercitative
Tipologia d'esame
Scritto
Prerequisiti
Nessuno
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Fornire le conoscenze di base sulle tecniche di allevamento degli animali di interesse zootecnico (ovi-caprini, suini, bovini, equini, bufali, specie ittiche e avicunicole), sulle loro caratteristiche morfofunzionali utilizzabili ai fini delle produzioni animali e sui fattori gestionali che influenzano il benessere e la qualità dei prodotti di origine animale. Fornire inoltre  le basi dell’alimentazione zootecnica per le specie ittiche e avicunicole.

Offrire agli studenti un quadro delle leggi che disciplinano la costituzione e la gestione di un’impresa zootecnica; gli elementi di base per la stesura e l’interpretazione di un bilancio e per la previsione della produzione ottenibile da un’azienda. Fornire, infine, competenze per esercitare assistenza nell’ambito dell’allevamento degli animali domestici o ricoprire ruoli gestionali nelle aziende zootecniche.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

I risultati dell'apprendimento durante la parte teorica e pratica del corso consentiranno allo studente di sviluppare una propria analisi critica e obiettiva dei parametri strutturali, manageriali, produttivi, riproduttivi e  indicatori di benessere animale nelle diverse tipologie di allevamento, saranno, quindi, in grado di paragonare le principali tecniche adottate  in Italia.  Saranno infine in grado di apprendere l’importanza della figura del medico veterinario e il suo ruolo in un contesto di salute pubblica.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE

Lo studente dovrà conoscere le principali tipologie di allevamento,  dovrà acquisire la capacità di riconoscere le problematiche interpretando gli indicatori strutturali, sanitari, ambientali, produttivi  riproduttivi e comportamentali, con l’obiettivo di prevenire eventuali insorgenze di tecnopatie

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE

Gli studenti potranno durante le esercitazioni sviluppare capacità pratiche di manipolazione degli animali, utili per una conoscenza di base per un primo approccio agli animali domestici e di interesse zootecnico; le conoscenze scientifiche fornite loro gli permetteranno di comprendere i punti critici e le loro soluzioni.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO

I risultati dell'apprendimento durante la parte teorico-pratica del corso consentiranno allo studente di sviluppare la capacità di giudicare in maniera appropriata le caratteristiche di un allevamento

ABILITÀ COMUNICATIVE

Agli studenti   non viene richiesto uno studio mnemonico o nozionistico della materia, ma piuttosto una capacità di analisi critica e costruttiva delle problematiche legate all’allevamento degli animali da reddito, questo consentirà loro di dialogare con linguaggio appropriato con gli allevatori delle diverse specie animali su temi inerenti l’allevamento e il benessere animale.

 

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Lezioni frontali eventualmente supportate da esperti del settore. Esercitazioni  in gruppi presso allevamenti.

Allevamento degli animali domestici: 31 ore di lezioni  frontali, eventualmente supportate da esperti del settore; 10 ore esercitazioni collettive in aula; 49 ore di esercitazioni  in gruppi presso allevamenti.

Zoocolture: 32 ore di lezioni frontali e 13 ore per le uscite presso allevamenti.

Gestione delle imprese zootecniche ed Economia rurale: 20 ore di lezioni  frontali, eventualmente supportate da esperti del settore; 7 ore esercitazioni collettive in aula.

 

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

L’accertamento dell’acquisizione dei risultati è effettuato con prova finale scritta che comprende, complessivamente per i tre moduli,  69 domande, sia a risposta multipla che aperta

In caso di risposta giusta verrà dato un punto, se è  errata verrà tolto un punto.

MD Allevamento degli animali domestici: 20 domande + 6 domande inerenti la parte svolta nel canile;

MD Zooculture: 34 domande che possono essere aperte, chiuse con 4 risposte di cui una valida oppure vero/falso

MD Gestione delle imprese zootecniche ed economia rurale: 7 domande a risposta multipla e 2 aperte con discussione di casi aziendali;

Ognuno dei tre moduli che compongono la valutazione deve essere superato con la sufficienza affinchè il voto venga registrato. Tutti gli studenti vengono inoltre valutati con una prova pratica sull’attività svolta durante le esercitazioni di allevamento. Il voto finale sarà quindi una media ponderata, in base ai CFU, in trentesimi, comprendente i voti delle tre prove scritte e della prova pratica.

E’ inoltre possibile sostenere prove in itinere/esoneri secondo le seguenti modalità:

-          MD Allevamento degli animali domestici: è prevista una prova in itinere scritta  con 11 domande, aperte e a risposta multipla, chi supera questa parte nella prova finale avrà solo più la restante parte di 9 domande. Gli studenti che non sostengono la prova in itinere, o che non hanno raggiunto la sufficienza, al momento dell'esame riceveranno 20 domande in totale. Ilvoto minimo per la sufficienza èdi 12 risposte corrette

-          MD  Zoocolture: vengono svolte una prova in itinere e un esonero per un totale di 34 domande. Il voto minimo per la sufficienza è di 18 risposte corrette.

-          MD Gestione delle imprese zootecniche ed economia rurale: è previsto un esonero comprendente tutte le 9 domande

Oggetto:

Attività di supporto

Non sono previste

Oggetto:

Programma

Concetti di base e definizioni: zootecnica, animale come trasformatore di energia, sistemi intensivi ed estensivi. Principi di valutazione degli animali in produzione zootecnica. Parametri dell’efficienza riproduttiva. Analisi dinamica delle popolazioni zootecniche. Accrescimento e produzione della carne. Produzione del latte. Principi di bioclimatologia. Valutazione e tutela del benessere animale negli allevamenti. Associazioni zootecniche. Zootecnia biologica. Bovini, ovini, caprini, suini, bufali, equini: sistemi di stabulazione e principali tipologie aziendali. Il latte: composizione, caratteristiche tecnologiche, fattori che influenzano la qualità, fattori che influenzano la produzione. Mungitura. Igiene della produzione del latte. La carne: fattori che influenzano la qualità, certificazione del prodotto, resa al macello, valutazione delle carcasse, resa allo spolpo. Zoognostica e classificazione degli uccelli; Anatomia e fisiologia dei principali apparati negli ucceli; L’uovo: struttura e composizione; L’incubazione naturale e artificiale; Alimentazione degli avicoli; Materie prime principali nei mangimi; Ricoveri ed infrastrutture dell’allevamento; Tecniche di allevamento; Cenni di coniglicoltura. Situazione attuale dell’acquacoltura in Italia ed in Europa; L’allevamento della trota iridea; L’alimentazione in acquacoltura; L’allevamento della spigola e dell’orata; L’allevamento delle specie ittiche minori; Le tecniche moderne in acquacoltura. Le principali prospettive dell’acquacoltura moderna; Cenni di molluschicoltura. Sostenibilità tecnica, economica e fiscale di un’impresa zootecnica. Analisi del sistema fiscale italiano con particolare riferimento alle imprese zootecniche.Le forme di impresa zootecnica (individuali, società, cooperative, diretto coltivatrici, in soccida). Redazione del conto economico di un’impresa agricola sia in forma consuntiva sia preventiva. Previsione della produzione lorda vendibile in funzione delle superfici agricole disponibili.

 

 

 

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

  • Dispensa del corso di      avicoltura  CLU;
  • Avicoltura e coniglicoltura,      Cerolini S., Marzoni Fecia di Cossato M., Romboli I., Schiavone A.,      Zaniboni L Point Veterinaire Italie (Ed.) , Milano 2008 pp 554.
  • Acquacoltura responsabile. Cataudella      S. Bronzi. P. 2001. Eds. Unimar-Uniprom
  • Tecniche di allevamento e      trasformazione della trota. 2007. Giovanni Baruchelli. Istituto Agrario di      San Michele all’Adige, 590 p.
  • Dispensa del corso di zootecnia      speciale. M. Tarantola
  • Zootecnica      applicata BOVINI E BUFALI (2000). Dialma Balasini CALDERINI EDAGRICOLE
  • Zootecnica      applicata EQUINI (2000). Dialma Balasini CALDERINI EDAGRICOLE
  • Zootecnica      applicata SUINI (2001). Dialma Balasini CALDERINI EDAGRICOLE
  • Zootecnica      applicata OVICAPRINI (2001). Dialma Balasini CALDERINI EDAGRICOLE
  • Zootecnica      speciale (1998). Dialma Balasini CALDERINI EDAGRICOLE
  • Zootecnia      Speciale, (1996) Falaschini A., EDAGRICOLE
  • Tecniche di      Produzione Animale (1993) Bittante G. et al., Liviana Ed., Torino.
  • Manuale di      allevamento suino, (2001) Bertacchini F., Campani I. Edagricole
  • Per la parte di Gestione delle imprese e economia rurale: materiale didattico predisposto dal docente

 



Oggetto:

Note

Non ci sono propedeucità

Oggetto:

Moduli didattici

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 10/05/2016 09:39
Non cliccare qui!