Vai al contenuto pricipale
Oggetto:
Oggetto:

Anatomia veterinaria I

Oggetto:

Veterinary Anatomy I

Oggetto:

Anno accademico 2019/2020

Codice attività didattica
SVE0009
Docenti
Prof. Luca BONFANTI (Responsabile)
Dott. Claudia CASTAGNA (Esercitatore)
Prof. Francesco FERRINI (Esercitatore)
Dott. Chiara SALIO (Esercitatore)
Anno
1° anno
Tipologia
Corso monodisciplinare
Crediti/Valenza
6
SSD attività didattica
VET/01 - anatomia degli animali domestici
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Obbligo frequenza 80% delle ore esercitative
Tipologia esame
Orale
Prerequisiti
Lo studente deve conoscere i principi generali dell'Istologia relativi all'organizzazione dei diversi tipi di tessuti dell'organismo (è quindi necessario aver sostenuto l'esame di Istologia ed Embriologia.
Propedeutico a
VET008 Fisiologia ed Endocrinologia Veterinaria
VET011 Fisiologia ed etologia
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

Acquisizione delle nozioni fondamentali di anatomia descrittiva dell’apparato locomotore necessarie alla comprensione dell’anatomia radiografica. Acquisizione dei fondamenti dell’anatomia topografica necessari alla comprensione dell’anatomia applicata. Acquisizione dei fondamenti dell’anatomia degli apparati tegumentario, circolatorio-linfatico e respiratorio necessari alla comprensione della patologia e clinica medica. Acquisizione dei fondamenti dell’anatomia necessari alla comprensione della chirurgia.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Ogni studente deve essere in grado di descrivere gli organi trattati nel corso e visti durante le esercitazioni, nonchè di fare gli opportuni collegamenti (tra le varie parti dell'anatomia sistematica e topografica, e tra l'anatomia e le sue possibili applicazioni, come da esempi trattati a lezione). In sintesi, lo studente dovrebbe essere in grado di affrontare i contenuti delle discipline successive (prevalentemente clinico-chirurgiche e l'anatomia patologica) con solide basi di conoscenza dell'anatomia sistematica, topografica e comparata (quest'ultima limitata alle differenze interspecifiche più importanti).

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
Possiede conoscenze di base nell'organizzazione anatomica dei mammiferi (relative agli apparati trattati nel corso) ed è in grado di discuterle con il docente

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE

E' in grado di usare ed applicare le informazioni scientifichein esempi che spaziano nella medicina veterinaria (limitatamente a quegli esempi trattati a lezione e nelle esercitazioni e, in certa misura, anche in esempi affini)

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
E' in grado di dare giudizi che includano riflessioni su esempi citati a lezione e su pratiche eseguite nelle esercitazioni

ABILITÀ COMUNICATIVE
E' in grado di spiegare i concetti richiesti con terminolgia appropriata e seguendo un filo logico

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
Sviluppa abilità di apprendimento necessarie per intraprendere studi futuri con un sufficiente grado di autonomia.

Oggetto:

Programma

Osteologia, miologia, artrologia: Generalità sulle ossa (architettura e classificazione) e anatomia sistematica del sistema scheletrico. Generalità sulle articolazioni (classificazione dei diversi tipi di articolazioni e descrizione dei loro componenti; movimenti articolari) e sistematica delle principali articolazioni. Generalità sui muscoli (architettura e classificazione) e sui loro annessi (tendini, fasce muscolari, borse e guaine sinoviali). Anatomia sistematica del sistema muscolare.

Anatomia topografica: Introduzione allo studio dell’Anatomia Topografica: generalità e scopi dell’anatomia topografica; suddivisione del corpo in regioni; indicazione dei limiti delle principali regioni. Anatomia dello zoccolo e della mano degli Equidi.

Apparato respiratorio (cavità nasali, laringe, trachea, polmoni, pleura).

Apparato circolatorio-linfatico (cuore, arterie, vene, capillari, sistematica dei grossi tronchi vascolari, milza, timo, linfonodi, vasi linfatici)

Apparato tegumentario (pelle, annessi cutanei, produzioni cornee, ghiandola mammaria).

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Il corso comprende 60 ore di lezioni frontali e 18 ore di esercitazioni (in sala ossa e sala settoria).  Le lezioni frontali sono svolte con presentazioni power point e mirano al coinvolgimento degli studenti nell'acquisire il corretto approccio allo studio dell'anatomia mediante l'utilizzo, il commento e la discussione di immagini anatomiche.  Per tale ragione il docente non autorizza la registrazione delle lezioni, intese come momento interattivo di studio e non mera esposizione di informazioni (peraltro già presenti su testi e dispensa). Il procedere delle lezioni, e soprattutto dei concetti in esse esposti e sviscerati, è preparatorio alle esercitazioni, dove si vedrà e si toccherà con mano, la maggior parte degli organi trattati a lezione e dove lo studente potrà discutere con il docente riguardo al materiale visto/dissezionato. La frequenza delle lezioni frontali (anche se non obbligatoria da regolamento) è pertanto essenziale per capire cosa si andrà ad esaminare nelle esercitazioni. L'intero corso è organizzato al fine di fornire, progressivamente, tutti gli elementi necessari ad un corretto utilizzo della terminologia anatomica al fine di imparare ad organizzare il proprio discorso in modo logico, requisito importante per il superamento dell'esame e per affrontare nel modo migliore le discipline successive.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame è orale e lo studente deve essere in grado di comunicare in modo adeguato quanto appreso durante il corso, nelle esercitazioni e nel successivo studio, utilizzando una terminologia appropriata. In particolare, oltre alla verifica di una buona conoscenza delle nozioni, verrà valutata la capacità di fare collegamenti e ragionamenti logici che legano tali nozioni al contesto più ampio della Medicina Veterinaria.

Viene posta una domanda per Ildelle grandi parti del programma. Lo studente deve dimostrare di conoscere le nozioni essenziali relative agli apparati e sistemi trattati e deve essere in grado di spiegarle in modo logico e con l'impiego di una terminologia scientifica adeguata. Deve inoltre conoscere i principi generali dell'Anatomia topografica e gli esempi relativi a tale disciplina incontrati durante il corso. Deve infine dimostrare di aver capito l'organizzazione spaziale degli organi studiati e di essere in grado di fare alcuni ragionamenti precedentemente condivisi con il docente nel corso delle lezioni e delle esercitazioni.

Oggetto:

Attività di supporto

Nelle esercitazioni, grazie alla copresenza di un ricercatore, gli studenti possono esaminare e manipolare il materiale anatomico a gruppi più piccoli.

Durante il corso e dopo la fine dello stesso, il docente è disponibile per spiegare ulteriormente parti non completamente comprese dagli studenti e per approfondimenti. Il docente riceve studenti o gruppi di essi previo appuntamento via e-mail.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

Esiste una dispensa del docente relativa alla parte di Apparato locomotore (rivista nel 2013 ed estesa agli altri apparati). La dispensa in questione è solo una traccia per venire incontro agli studenti in una disciplina estremamente vasta e in genere troppo approfondita sui libri di testo. Tuttavia, la dispensa non è sufficiente senza la frequenza del corso ed eventuali approfondimenti sui testi.

- Merighi, A, Anatomia Applicata e Topografica regionale Veterinaria. Piccin Editore. 2005

- König, HE, Liebich HG. Anatomia dei Mammiferi Domestici. Piccin Editore. 2006 (testo-atlante)

- Dyce KM, Sack WO, Wensing CJG. Testo di Anatomia Veterinaria. Antonio Delfino Editore. 2006

Esiste una dispensa del docente relativa alla parte di Apparato locomotore (rivista nel 2013 ed estesa agli altri apparati). La dispensa in questione è solo una traccia per venire incontro agli studenti in una disciplina estremamente vasta e in genere troppo approfondita sui libri di testo. Tuttavia, la dispensa non è sufficiente senza la frequenza del corso ed eventuali approfondimenti sui testi.

- Merighi, A, Anatomia Applicata e Topografica regionale Veterinaria. Piccin Editore. 2005

- König, HE, Liebich HG. Anatomia dei Mammiferi Domestici. Piccin Editore. 2006 (testo-atlante)

- Dyce KM, Sack WO, Wensing CJG. Testo di Anatomia Veterinaria. Antonio Delfino Editore. 2006

Oggetto:

Note

Le esercitazioni sono programmate in modo da mostrare, di volta in volta, alcuni degli argomenti trattati a lezione. E' pertanto fondamentale seguire le lezioni frontali in modo da arrivare ad ogni esercitazione con un bagaglio culturale adeguato a interpretare il materiale anatomico (ossa, scheletri, cadaveri, organi). Le esercitazioni sono interattive con il docente, che cerca di richiamare i ragionamenti fatti a lezione e di rifarli insieme agli studenti direttamente sul materiale anatomico.

Registrazione
  • Aperta
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 16/07/2018 17:19
    Non cliccare qui!